Home > varie > impressioni

impressioni

marzo 21, 2008

Ultimi giorni negli USA, New Jersey è stata un esperienza. New York anche di più.

Mi porto dietro un sacco di cose viste che non riesco a raccontarle tutte, impressioni sul posto, regole, leggi, città , persone, politica, insomma pregi e difetti degli stati uniti.

Come quando conosci un nuovo amico e lui ti porta a casa sua, solo quando sei lì tu conosci apprezzi e disprezzi le cose. Prima puoi farti solo un idea di come può essere.

La mia idea PRIMA:

gli USA sono un posto dove ci sono un sacco di persone, che fanno un sacco di cose,che sono orgogliosi, che non accettano critiche, che se io “vaffanculo” loro mi aspettano fuori, che se non rispetti le regole torni a casa tua e non torni più qui (se va bene), che “Gli immigrati da noi come da nessuna parte”, insomma: innovation, globalization, californication…

La mia idea dopo le cose che ho visto:

gli USA un posto dove ci sono un sacco di persone, di spazio, di soldi, ma anche di tutto quello che immaginiamo e non ci fanno vedere, come barboni, sprechi inutili per gas luce e intelligenza, immigrazione spaventosa. Cose che penso non potrei raccontare qui, perchè alla fine ce ne sono in mezzo anche io🙂 . Ma alla fine un bel paese caotico, con i suoi pro e i suoi contro…

Devo ammettere che all’inizio mi è sembrato di stare più in Perù che in Paterson (NJ). Perchè ?

1. Ho parlato per 14 giorni spagnolo e solo quando non trovavo ispanici in giro ero costretto all’inglese.

2. Perchè Paterson è stata una delle prime città industriali degli Stati uniti, e 10 o 20 anni fa era quindi piena di neri che lavoravano in continuazione, adesso i neri si sono fatti (la maggior parte) una buona posizione e gli ispanici hanno preso il loro posto. Quindi Paterson adesso è piena di ispanici: Messicani, Domenicani, Peruviani (un sacco) , Cileni, Boliviani, Colombiani ecc…

Adesso Paterson ed esattamente West Paterson dove sto vivendo da 2 settimane è popolatissima di peruviani e latino-americani in genere.

Come un cambio del testimone adesso la maggior parte di lavori duri leggi specifiche e discriminazioni sono fatte specificamente per loro ed i loro figli, che secondo me sono quelli che ne subiscono di più.

L’immigrazione non è uno scherzo, le persone con cui vivo hanno fatto una scelta difficile, lasciare il proprio paese che amavano, lasciare amici e tutto per andare in un nuovo paese conosciuto solo per i film e il MacDonald con la certezza di non poter essere legali perchè?

Solo per poter vivere e non sopravvivere.

Penso che ci sia da riflettere su questa cosa…

Categorie:varie