Home > varie > La gamba

La gamba

novembre 29, 2008

Il dolore, la distorsione, il male ma soprattutto l’incazzatura: mi son distorto la caviglia. ho la gamba bloccata da un gesso del cazzo e per ogni passo che voglio fare ci sono delle cazzo di stampelle a dovermi sorreggere.

Sorreggere me e sorreggere il gesso. Inizi a conviverci Sai, inizi a capire che alla fine camminare non è poi così scontato, cha magari di una cosa ti abitui e poi quando pensi che sia normale, quasi che non ti servisse più… la perdi.

E perdi la sensibilità delle dita dei piedi, iniziano ad avere tutte degli strani colori, che devi controllare se stai bene, se vedi bene, se le medicine che prendi non hanno qualche retrogusto di funghetti..

Finito il dolore iniziale, poi ci sono le notti in bianco. Le notti che non dormi, perchè prima di tutto c’è il fatto che tu non hai fatto un cazzo tutto il giorno fermo nel tuo letto del cazzo e quindi il tuo corpo ti dice: “ou! che cazzo fai dormi ?” no, non puoi dormire, e quindi ti passi la notte a sentire i rumori.

Se qualcuno ha mai passato una notte sveglio a sentire i rumori ha tutta la mia stima… non è facile.

Prima di tutto senti le lancette.. Tic Tac Tic Tac (ora vado e lo spacco) ma poi ti ricordi che non puoi alzarti e ti incazzi ancora di più… Tic Tac.

Poi senti la gente che urla per strada, le macchine che suonano anche se sono le 3 ( o le 4 ) e piano piano i secondi diventano minuti, senti le campane … che suonano . Che ore sono ? e inizi a stancarti…

Quando stai per addormentarti e senti gli occhi che finalmente crollano, senti il panico dentro di te, senti che anche se vuoi dormire non puoi…

…e in fondo in fondo il perchè lo sai eccolo: esce il sole

Buongiorno gamba.

Categorie:varie
  1. smb
    dicembre 9, 2008 alle 3:02 pm

    vero vero,
    dopo 2 settimana di completa immobilità costretto in un letto, ti rendi conto di quanto un corso all’underscore sia una cosa magnifica!

  1. dicembre 9, 2008 alle 2:39 pm
I commenti sono chiusi.