Home > varie > quando tutti gridano al terrore

quando tutti gridano al terrore

gennaio 7, 2010

Ecco cosa succede quando tutti quanti urlano : Terrorismo!

Un ordigno,

una bomba,
un avvertimento,
un messaggio,
cosa ci vorranno dire ...
c'è qualche cosa sotto...
queste cose non vengono fatte senza motivo....       sì sì.

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2010/01/07/visualizza_new.html_1651808277.html

e poi alla fine scopri che tutto questo è solo opera di qualche giornalista che si deve inventare la balla settimanale per poter campare.

Ecco cosa succede quando le campagne di terrore, la paura e la gente inizia a dubitare di tutto e di tutti. No, non è una cosa filosofica, è invece molto pratica: basta pensare “no alla paura” , “no alla vostra sicurezza” non ne abbiamo bisogno.

Tutta questa storia mi ricorda molto un libro di Camilleri che ho letto tempo fa, si chiama :

La tripla vita di Michele Saracino

Eccone un piccolo riassunto:


A Vigata c’è un agitatore di folle che di nome fa Michele Sparacino. Quando scopre che l’orologio del municipio va avanti di dieci minuti aizza i lavoratori delle cave di zolfo contro i padroni che fanno i furbi e innesca uno sciopero generale che unisce panettieri e netturbini, maestri elementari e impiegati comunali.
Ma questo Michele Sparacino non esiste davvero. È il risultato della fantasia di Liborio Sparuto, un giornalista pigro e bugiardo che, per spiegare ai lettori i fatti che sconvolgono Vigata, non trova di meglio che inventarsi questa imprendibile figura di fuorilegge.
E però c’è anche un Michele Sparacino in carne e ossa, nato “alla mezzanotti spaccata tra il tri e il quattro di ghinnaro” del 1898. Puntualmente nel posto sbagliato al momento sbagliato, il poveretto passa la vita a scontare sulla propria pelle le bugie di Sparuto, schivando gli atroci scherzi del destino che lo porteranno fino a Caporetto, sempre inviso a commilitoni e comandanti
Categorie:varie Tag:, , ,