Home > pensieri > La nave

La nave

agosto 14, 2010

2. Vedila come se fosse una nave

la nave viaggia tranquilla in mare con a bordo dei nuovi superstiti comprati con la cessione dell’azienda che non voleva più un CED interno.

La nave va avanti e prosegue il suo cammino con scelte forti e imprevedibili. A breve la nave ha intenzione di cambiare rotta e portare tutto il suo monitoraggio in un luogo chiamato PTS.

Queste scelte rendono dura la vita del nostro eroe che oltre ad essere precario continua a fare fatica non solo per imparare cose nuove, ma almeno per fare quello che già stava facendo. Ora il nostro eroe dovrà affrontare 15 dipendenti che tenteranno di duellare con lui per prendere la sua precaria postazione e renderla una nullità per poi sedersi loro al suo posto e comandare.

Cos’è che succede? Succede la guerra tra poveri.

Quando un azienda entra in possesso di una appena esternalizzata, prova in tutti i modi la forza dei suo giocatori. Prova a vedere chi è quello che vuole farsi bello, quello che vuole combattere e cerca di dividerli piano piano… anzi sono loro che fanno tutto da soli.

basta solo aspettare e vedrete che si scanneranno.. a meno che non ci sia qualcuno che fa notare questa cosa.

Che stanno facendo il loro gioco. Che intanto che tutti litigano il terzo gode.

Ma io sono solo un tecnico, faccio solo quello che mi viene detto, non sono pagato per pensare. Pensano a tutto i miei capi e io mi sento un marinaio sicuro in questa nave.

Sì, è vero. dare come nome alla nave Titanic2 è sembrata una scelta azzeccata, e poi quel blocco di ghiaccio che ora si sta avvicinando sempre di più non può che rendermi felice perchè so che chi tiene il timone è un vero professionista e saprà cavalcare l’onda e affrontare questa nuova avventura..

o forse no?

Categorie:pensieri Tag:,