Home > pensieri, varie > V4V

V4V

novembre 6, 2012

Ieri 5 novembre ho visto V per Vendetta.
Non era la prima volta che lo vedevo ma ieri è stato particolarmente bello farmi coinvolgere e

lasciarmi scivolare dentro uno dei piu’ bei film degli utlimi 10 anni.

Alcune delle cose che più mi hanno colpito sono le frasi di V e l’idea che c’è alla base di tutto.
Ad esempio il fatto che non conta tanto quello che facciamo noi come singoli, ma il siglificato

che i nostri gesti vengono dati dagli altri.

Potrebbe essere anche essere considerato una pazzia distruggere un palazzo, ma se quel palazzo
e’ un simbolo, se c’è un malore a livello sociale questa pazzia sparisce e si trasforma in speranza.

V per Vendetta è un film di speranza, di rabbia e di libertà.
Un film che ogni persona che si sia mai chiesta: “Ma io cosa posso fare per cambiare qualcosa?” dovrebbe vedere.

Un altra frase che fa capire quanto sia reale questo film ancora nei giorni nostri è :

Non sono i popoli che dovrebbero avere paura dei governi,
Sono i governi che dovrebbero avere paura dei popoli

Queste parole, che sembrano un semplice principio di democrazia, credo che abbiano un significato più profondo.

Ormai la parola Democrazia viene utilizzata ogni giorno, violentata e stacciata senza più nessun rispetto.

Demos=Popolo, il popolo che non crede più nei partiti nella politica
che crede che politica sia solo il talk show, Bruno Vespa, Floris, Bersani, Crozza e il Nano con le sue barzellette

La politica è tutto, anche se non lo vediamo.
mercato o supermercato ? lattuga o carne ? mare o montagna ?
e poi certo ci sono gli estremi, quelli che considerano o bianche o nere le cose.
Perchè è giusto che ognuno possa scegliere quello che deve fare.

Perchè ognuno abbia il diritto e il dovere di poter decidere

Craxio=Potere,perchè se non dai potere alle persone, si prenderà in mano tutto una sola persona.
E questo sistema lo conosciamo fin troppo bene, ed è fin troppo facile lasciare tutto in mano a chi crediamo

piu’ esperto così da non doverci più pensare e ridere davanti al televisore.
E piangere quando finisce da mangiare.
Il potere ti permette di dire basta,
il potere di puo’ far protestare
il potere di propone nuovi modelli di ragionare.

No, niente illusioni, non è molto quello che abbiamo.. ma se ancora ce l’abbiamo sarebbe meglio tenercelo stretto.

Categorie:pensieri, varie