Archivio

Posts Tagged ‘pensieri’

Moloch

settembre 9, 2010 Commenti disabilitati
Moloch! Solitudine! Sudicio! Bruttura! Pattumiere e inottenibili dollari!
Bambini che urlano sotto le scale!
Ragazzi che singhiozzano negli eserciti!
Vecchi che piangono nei parchi!
Moloch! Moloch! Incubo del Moloch!
Moloch il senzamore!
Moloch Mentale!
Moloch pesante giudicatore d'uomini!

Moloch l'incomprensibile prigione!
Moloch il tibiaincrociato senzanima penitenziario e Congresso dei dolori!
Moloch i cui edifici sono giudizio!
Moloch la vasta pietra della guerra!
Moloch i governi stuporosi!

Moloch la cui mente è pura macchina!
Moloch il cui sangue è denaro corrente!
Moloch le cui dita son dieci eserciti!
Moloch il cui petto è una dinamo cannibale!
Moloch il cui orecchio è una tomba fumante!

Moloch i cui occhi son mille finestre cieche! 
Moloch i cui grattacieli si ergono sulle lunghe strade come infiniti Jehovah!
Moloch le cui fabbriche sognano e gracchiano nella nebbia!
Moloch le cui ciminiere e antenne coronan le città!
Moloch il cui amore è petrolio e pietra senza fine!
Moloch la cui anima è elettricità e banche!
Moloch la cui povertà è lo spettro del genio! 

Moloch il cui fato è una nube di asessuato idrogeno!
Moloch il cui nome è Mente!

http://www.melampus.com/content.php?id_articolo=23

urlo

settembre 8, 2010 Commenti disabilitati

 

Ho visto le migliori menti della mia generazione

distrutte da pazzia, affamate, isteriche, nude

strascicarsi per strade negre all’alba in cerca di una pera di furia…

Hipster capodangelo bramare l’antico spaccia paradisiaco che connette

alla dinamo stellare nel meccanismo della notte…

Che povertà e stracci e occhiaie fonde e strafatti

stavan lì a fumare nel sovrannaturale buio di case con acqua fredda

librati su tetti di città, contemplando jazz…

che in università erano di passaggio

con occhi raggianti e “cool” allucinando arcanso

e blake lumi lievi tragedie tra studiosi della guerra…

Che erano espulsi da accademie per pazzi

e osceno pubblicare odi sulle finestre del cranio…

Che in camere non sbarbate e impauriti

si accucciavano in mutande bruciando i soldi nella carta straccia

e ascoltando il Terrore di là dalla parete

Che si facevan beccare con barba pudica

tornandovi a laredo con cintura di marijuana per New York

Che mangiavan  fuoco in hotel ridipinti

o bevevano trementina in Paradise Alley, morte, o si purgatoriavano il torace

notte dopo notte con sogni, con droghe, con incubi a occhi aperti,

alcol e cazzo e balle-sballi senza fine,

        ___—-÷÷÷—____

Che vagavan su e giù a mezzanotte

per depositi ferroviari chidendosi dove andare,

e andavano, senza lasciare cuori spezzati,

Ho visto le migliori menti della mia generazione

che trombavano in limousine col cinese di Oklahoma

su impulso invernale mezzonotturno illampionata pioggia di provincia,

Che ciondolavano affamate e sole per Houston

cercando jazz o sesso o zuppe…

e seguivan quel brillante spagnolo

per conversar d’America e d’Eternità,

tempo sprecato, e poi via per nave in Africa…

mdb2mysql

febbraio 4, 2010 Commenti disabilitati

Ecco come convertire un file MS Access (mdb)  dentro un database mysql

1. Installare il pacchetto mdbtool e se non lo si ha già anche mysql

sudo aptitude install mdbtool mysql -y

2. Crearsi un utente mysql con username identico al profilo e disabilitare la password, questo server per effettuare le operazioni più velocemente senza digitare la password ogni volta. Ma non è il massimo se lo vediamo dal punto di vista della sicurezza…

echo "CREATE USER '$USERNAME'@localhost IDENTIFYED BY '';" | mysql -u root
echo "GRANT ALL PRIVILEGES ON *.* TO '$USERNAME'@'localhost' | mysql -u root

3. Eseguire lo script mdb2mysql per convertire il file in una struttura SQL:

#!bin/bash
# Author: s@mba - GPLv3

usage(){
 if [ "$@" != "" ] ;then
 echo "$@"
 else
 echo "$0 [ option ] [ file.mdb ]
 Usage
 -help        Show this help
 -debug        Print in debug mode
 -view        Print only what to do
 -db        Set the new DB to create in mysql
 "
 fi
 exit 1
}
which mdb-schema 2>&1 /dev/null || usage "Before install mdbtool!"
which mysql 2>&1 /dev/null || usage "Before install mysql!"
[ $# -eq 0 ] && usage

while $[ $# -ne 1 ];do
 case $1 in
 -d|-db)    DBNAME=$1
 ;;
 -view)    VIEW=1
 ;;
 -debug)    DEBUG=1
 ;;
 *)    usage
 esac
 shift
done

[ $# -eq 0 ] && usage "Specify file.mdb !"

MDBFILE=$1    

[ $VIEW ] && echo "1. Get the schema and create in DB '$DBNAME'"
[ $DEBUG ] && mdb-schema $MDBFILE mysql 

# This works only if run mysql with your username and profile is NOPASSOWRD
mdb-schema es1.mdb mysql   | grep -vE "DROP|^-"  | mysql -f  $DBNAME

[ $VIEW ] && echo "2. Export data from $MDBFILE to $DBNAME"
for i in $(mdb-tables $MDBFILE);do
 mdb-export -I -R ';\n' $MDBFILE $i
done > $FILE_EXPORT
[ $DEBUG ] && cat $FILE_EXPORT

cat $FILE_EXPORT | mysql -f $DBNAME

[ $? -eq 0] && echo "Export Successfully!" || echo "Error: some problem in export operation"
exit 0

provare per credere…

Categorie:linux Tag:, , , , , , ,

quando tutti gridano al terrore

gennaio 7, 2010 Commenti disabilitati

Ecco cosa succede quando tutti quanti urlano : Terrorismo!

Un ordigno,

una bomba,
un avvertimento,
un messaggio,
cosa ci vorranno dire ...
c'è qualche cosa sotto...
queste cose non vengono fatte senza motivo....       sì sì.

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2010/01/07/visualizza_new.html_1651808277.html

e poi alla fine scopri che tutto questo è solo opera di qualche giornalista che si deve inventare la balla settimanale per poter campare.

Ecco cosa succede quando le campagne di terrore, la paura e la gente inizia a dubitare di tutto e di tutti. No, non è una cosa filosofica, è invece molto pratica: basta pensare “no alla paura” , “no alla vostra sicurezza” non ne abbiamo bisogno.

Tutta questa storia mi ricorda molto un libro di Camilleri che ho letto tempo fa, si chiama :

La tripla vita di Michele Saracino

Eccone un piccolo riassunto:


A Vigata c’è un agitatore di folle che di nome fa Michele Sparacino. Quando scopre che l’orologio del municipio va avanti di dieci minuti aizza i lavoratori delle cave di zolfo contro i padroni che fanno i furbi e innesca uno sciopero generale che unisce panettieri e netturbini, maestri elementari e impiegati comunali.
Ma questo Michele Sparacino non esiste davvero. È il risultato della fantasia di Liborio Sparuto, un giornalista pigro e bugiardo che, per spiegare ai lettori i fatti che sconvolgono Vigata, non trova di meglio che inventarsi questa imprendibile figura di fuorilegge.
E però c’è anche un Michele Sparacino in carne e ossa, nato “alla mezzanotti spaccata tra il tri e il quattro di ghinnaro” del 1898. Puntualmente nel posto sbagliato al momento sbagliato, il poveretto passa la vita a scontare sulla propria pelle le bugie di Sparuto, schivando gli atroci scherzi del destino che lo porteranno fino a Caporetto, sempre inviso a commilitoni e comandanti
Categorie:varie Tag:, , ,

p.s. die

dicembre 13, 2009 Commenti disabilitati

[Bibbia & anal sex]

novembre 11, 2009 1 commento

Girovagando qua e là trovo un sito interessante che spiega tutto tutto ciò che è  concesso e pubblicizzato nella Sacra Bibbia, tra cui :

  • Sesso anale: tra uomo e donna è consentito purchè non ci sia perdita di sperma
  • Sesso orale: è consentito , ma non devi perdere una goccia…
  • Sesso normale, ma solo se lei ha le sue cose… ehhh pazienza se le fa male, ma lei non feconda.
  • Le orge sono contemplate, seppur con attenzione di non compiere adulterio (non capisco bene come..)

ma la cosa migliore è la scoperta del cantico dei cantici, uno dei più grandi testi erotici mai scritti che la Bibbia ci ha regalato. Un cantico usato molto per gli ebrei  a pasqua e noi… Vabbè noi ce ne freghiamo un po’ .

Ecco un bel pexxo che mi ha colpito:

Canto N.5
Io dormo, ma il mio cuore veglia.
Un rumore! È il mio diletto che bussa:

"Aprimi, sorella mia,
mia amica, mia colomba, perfetta mia;
perché il mio capo è bagnato di rugiada,
i miei riccioli di gocce notturne".

Mi sono tolta la veste;
come indossarla ancora?
Mi sono lavata i piedi;
come ancora sporcarli?".

Il mio diletto ha messo la mano nello spiraglio
e un fremito mi ha sconvolta.

Mi sono alzata per aprire al mio diletto
e le mie mani stillavano mirra,
fluiva mirra dalle mie dita
sulla maniglia del chiavistello.

oh, yea 😉

Categorie:pensieri Tag:, , , ,

spanato

novembre 6, 2009 Commenti disabilitati

NO.

non puoi pretendere di fare una vita così, di giorno lavoro da impiegato e la notte ti sbabbi 4 birre e relativo amaro per digerire. Per poi digerire cosa? un piatto di pasta.

 

Spanato.

 

Però infondo la vita così mi piace, è solo che vorrei poter dormire a lavoro senza troppe paranoie…

… un po’ come fanno i dipendenti affianco a me.

Categorie:varie Tag:, ,